Viaggio nella Psiche-Journey into the Psyche.

È la memoria una distesa
di campi assopiti
e i ricordi in essa
chiomati di nebbia e di sole.
Quando forti e diritte le nostre anime
si stringono in silenzio sempre più vicine,
finché le punte ricurve delle loro ali
aperte prendono fuoco.
La gentilezza del parlare,
il modo di pensare
così conforme al mio,
dove l’avverso,
indegno umore degli umani
fugge gli spiriti puri, li isola e consente
un luogo dove stare.
O dono supremo! Crisma d’amore
che con benefiche dolcezze
precede la vera ghirlanda d’amore,
la quale mi incorona di porpora
tanto posso parlare d’amore,
come qualcosa di bello
che mi è proprio
e l’ho posto su un trono d’oro,
dove alle mie paure,
se tornassero,
oppongo sereno il forte cuore.
Nella mia divina sicurezza,
trovino il nido i miei pensieri,
che non vacillano
come implumi smarritisi
nei cieli dell`amore,
tra le felici palpebre,
per l’espressa,
intima, prodiga gioia del vivere,
in essa
unico albero verde
la mia serenità.
Ora la terra
si fa sempre più orrenda,
il tempo è malato,
le speranze non hanno più voce,
i morti doppiamente morti
al freddo di queste liturgie,
un Dio che pena
Nel cuore dell’umano.
Per me il pulito verso
uno non scabro sasso
la Parola nelle mie mani,
i miei canti con note
la verità con amore.
E le pietre bevono
Il sangue di questo cuore
ancora per miracolo vivo,
e io a domandare alle pietre
agli astri, al silenzio:
chi ha venduto Cristo?
Chi ha veduto Cristo?
Fossero le radici,
e certo non sapevano
allora ridero`della vostra delusione
armato di falce verro`
pronto a ingaggiar battaglia,
tra salmo e salmo
dai maestori cori
e il brillio delle vetrate
e le absidi in fiamme,
con piombo sulle bocche squarciate.
Torniamo a sperare
come primavera torna
ogni anno a fiorire,
Cristo sparpagliato
per tutta la terra,
Dio vestito di umanità.

Memory is a stretch
of drowsy fields
and memories in it
clouds of fog and sun.
When our souls are strong and straight
they cling in silence, ever closer,
until the tips curved of their wings
open fire.
The kindness of speaking,
the way of thinking
so according to mine,
where the adverse,
unworthy mood of humans
escapes the pure spirits, isolates them and allows them
a place to stay.
O supreme gift! Chrism of love
that with beneficial sweetness
precedes the true garland of love,
which crowns me with purple
I can talk about love so much
like something beautiful
that’s right
and I placed it on a golden throne,
where to my fears,
if they came back,
I calm my heart.
In my divine security,
find my thoughts,
that do not waver
like implants get lost
in the skies of love,
between the happy eyelids,
for the express,
intimate, prodigal joy of life,
in it
single green tree
my serenity.
Now the earth
it’s getting more and more horrible,
time is sick,
hopes no longer have a voice,
the deadly dead dead
in the cold of these liturgies,
a God that pity
In the heart of the human.
For me the clean verse
a non-rough stone
the Word in my hands,
my songs with notes
the truth with love.
And the stones drink
The blood of this heart
still by miracle alive,
and I to ask the stones
to the stars, to silence:
who sold Christ?
Who saw Christ?
It was the roots,
and certainly they did not know
then I will laugh at your disappointment
armed with a scythe
ready to engage in battle,
between the psalm and the psalm
from the majors choirs
and the gleam of the windows
and the burning apses,
with lead on the slashed mouths.
Let’s go back to hope
like spring back
every year to flourish,
 Christ scattered
for all the earth,
God dressed in humanity.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...